CAMPIONATI REGIONALI DI LANCI

Data Luogo Categoria
21 febbraio 2010 Piemonte->Vercelli
Pista->Outdoor
__RECENSIONE
Massobrio troppo forte nel martello

VERCELLI – Vercelli ha ospitato la seconda prova del Campionato Invernale di Lanci, valevole anche per l’assegnazione dei titoli regionali della specialità. Una giornata ricca di spunti che ha radunato sulle pedane di gara la bellezza di 68 atleti, un numero ottimo visto il momento della stagione in cui molti sono ancora in fase di preparazione.

Andando con ordine, nel disco da 1,75 kg che vedeva impegnati junior e allievi i rispettivi titoli sono andati a Gianluca Bruno del Cus Torino con la misura di 42,50 metri e al compagno di team Marino Chiusano con 37,63 metri. Il disco da 2 kg che invece vedeva al via promesse, senior e master uomini ha visto il successo della promessa Andrea Pace dell’Atletica Mondovi, con 45,03 metri, davanti al compagno senior Elia Marabotto, con 39,64 metri.

Nel martello junior da 6 kg, senza rivali il talento di casa Lorenzo Puliserti dell’Atletica Vercelli 78 che ha scagliato l’attrezzo a 57,36 metri, seguito a 46,99 metri dall’allievo Alberto Tosetti dell’Atletica Mizuno Piemonte, mentre nella prova “adulti” con martello di kg 7,260 è stato Massimiliano Remus del Master Athletics Team Biella a vincere con un lancio di 42,08 metri.

Infine, ma non per ultimo, il giavellotto che tra allievi e junior ha visto il successo dell’allievo Marco Di Marco del Cus Torino con 50,15 metri davanti al compagno di team junior Alessandro Milano, con 43,66 metri. Tra i senior sugli scudi Gabriele Aprile della Vittorio Alfieri Asti che ha dominato con 58,80 di 1,57 metri appena sopra al secondo posto occupato dalla promessa della Sisport Fiat, Stefano Baudino.

Venendo alle tre prove donne, il disco ha dato ragione a Giulia Martello e non è un gioco di parole. La portacolori della Fondiaria Sai ha fatto sua la gara con 44,86 metri seguita dalla junior Ilaria Marchetti con 42,18 metri.

Manco a dirlo, senza rivali la fortissima allieva Francesca Massobrio della Vittorio Alfieri Asti che nel martello donne da 4 kg ha messo in fila tutte le rivali con un lancio di 47,81 metri. Infine il giavellotto da 800 grammi che ha visto Federica Portaccio della Sisport Fiat scagliare l’attrezzo a 42,82 metri davanti alla promessa Cora Patriarca dell’Unione Giovane Biella fermatasi a 38,43 metri.