MEMORIAL PRIMO NEBIOLO

Data Luogo Categoria
27 aprile 2010 Piemonte->Torino
Pista->Outdoor
__RECENSIONE
Kaki e i cubani a Torino il prossimo 12 giugno

TORINO – Nella sede principale del CUS Torino (Via Braccini 1) è stato presentato il XVI Meeting Internazionale di Atletica Leggera Città di Torino – XI Memorial Primo Nebiolo, che si svolgerà il prossimo 12 Giugno allo Stadio Nebiolo di Torino (Parco Ruffini).

Al tavolo dei relatori: Fabio Cerutti (velocista italiano), Riccardo D’Elicio (Presidente CUS Torino), Marco Mezzalama (Vice Rettore del Politecnico di Torino), Maurizio Damilano (Presidente Fidal Piemonte).

Molti ospiti d’eccezione tra cui il campione olimpico Livio Berruti, il giornalista Giorgio Cimbrico (che in questa occasione ha presentato la sua ultima fatica letteraria, “La Regina e i suoi amanti”, di cui in allegato trovate la scheda editoriale), Gianpaolo Ormezzano, e tanti giornalisti che da anni seguono con passione l’atletica, e non solo.

Il primo a prendere la parola è stato il Presidente CUS Torino Riccardo D’Elicio: “Grazie a tutti voi per essere presenti oggi. La notizia principale è che quest’anno il Meeting di Torino si farà. Il CUS è un ente che ha una storia molto importante sul territorio piemontese e torinese e, nonostante le numerose difficoltà economiche a cui sta andando incontro, si sta impegnando fortemente per la realizzazione di questo grande evento. La credibilità che in questi anni abbiamo creato nel mondo dell’atletica italiana e internazionale è sicuramente un altro fattore che contribuirà alla buona riuscita del meeting. Il mio staff sta già lavorando per portare nel capoluogo sabaudo nomi di grande rilievo come il giovane talento sudanese Abubaker Kaki, già presente nel 2009, la squadra cubana, tra cui il campione olimpico nei 110 ostacoli Dayron Robles, e le migliori atlete al mondo che gareggeranno sugli 800 m. Lo stadio Nebiolo è la bomboniera dell’atletica piemontese e il CUS Torino, insieme a tutta la città, sentono fortemente la mancanza dell’indimenticato padre dell’atletica italiana e mondiale”.

La parola è passata a Marco Mezzalama che, ricordando il valore del CUS come ente di promozione dello sport a tutti i livelli, ha sottolineato: “L’importanza di un evento come il Memorial Primo Nebiolo per il nostro territorio e per l’atletica in generale. Il Politecnico di Torino condivide pienamente o valori trasmessi dal Centro Universitario Sportivo torinese e lo sport continua ad essere un elemento fondamentale nella vita di ogni studente”.

E’ stata quindi la volta di Maurizio Damilano: “La Federazione è fortemente legata a questo evento, unico nel suo genere sul nostro territorio. Per agevolare la perfetta riuscita del meeting abbiamo deciso di anticipare la seconda prova dei Campionati di Società, anche se non tutti hanno condiviso la nostra decisione. Come Presidente della FIDAL piemontese ho trovato questo episodio molto infelice, perché un evento di questo tipo dovrebbe interessare ed attirare tutti quelli legati al nostro mondo. Nonostante tutto questo, sono uno dei primi sostenitori del Memorial Nebiolo e quindi non mi resta che fare un augurio a tutta l’organizzazione per una buona riuscita della manifestazione”.

Sono poi intervenuti il campione “del passato” Livio Berruti, vincitore dei 200 metri alle Olimpiadi di Roma del 1960, e quello “del presente” Fabio Cerutti, velocista italiano di grande talento.
Berruti ha ricordato come il CUS Torino riesca sempre a dare all’atletica un momento di gioia e di entusiasmo che purtroppo in molte occasioni non è più dimostrato; tutti gli anni il Meeting di Torino è un’occasione di ritrovo per gli appassionati di questo sport e per chi sta imparando a conoscerlo.
Fabio Cerutti ha invece dichiarato di essere: “Onorato di prendere parte nuovamente a questo fantastico evento. La speranza naturalmente è quella di ripetere il successo ottenuto nella passata edizione e di continuare a vincere davanti al mio pubblico”.

Ha concluso gli interventi il giornalista Giorgio Cimbrico: “Vengo da Genova ma ho scelto Torino per presentare il mio libro perché considero questa città un po’ la mia seconda casa. Chi meglio del CUS Torino e del suo grande attuale presidente Riccardo D’Elicio – senza dimenticare il Presidentissimo Primo Nebiolo – potevano accogliermi meglio? La mia passione verso l’atletica è nata negli anni ’70 quando proprio Nebiolo ha cominciato ad organizzare questo evento e tutti i torinesi hanno iniziato ad innamorarsi davvero di questo fantastico sport. L’atletica è quindi diventata il mio mondo, l’amore della mia vita, e tutto questo grazie anche ad un campione che è qui con noi oggi: Livio Berruti. Ho deciso quindi di partire da qui per promuovere il mio libro, “La Regina e i suoi amanti”, una storia dell’atletica attraverso cento anni di imprese, di personaggi che ne hanno fatto la leggenda”.
Infine il Presidente cussino Riccardo D’Elicio ha chiesto a Gianpaolo Ormezzano, presente in prima fila, di chiudere con un saluto, e Ormezzano, grande firma del giornalismo sportivo italiano, ne ha approfittato per ringraziare l’amico Cimbrico che gli ha dedicato il suo libro.

Press Office Memorial Primo Nebiolo