ITALIANI JUNIOR E PROMESSE 2010

Data Luogo Categoria
20 giugno 2010 Regione->Abruzzo
Pista->Outdoor
__RECENSIONE
Bencosme e Fassinotti protagonisti a Pescara

PESCARA – L’atletica piemontese in vetrina a Pescara ai Campionati Italiani Junior e Promesse grazie a Josè Bencosme De Leon e a Marco Fassinotti. Il primo conquista il record italiano junior dei 400 hs in 51.04 facendo meglio di Ashraf Saber, futuro iridato della distanza, che corse in 51″21 alla stessa età, quando fu argento europeo juniores a Salonicco ‘91; per Bencosme (Atl. Cuneo) seguito da Luigi Catalfamo, la soddisfazione anche di detenere la 6a migliore prestazione mondiale dell’anno. 40 minuti dopo “Negi” Bencosme ha mancato di poco una straordinaria doppietta, finendo 2° nella finale dei 200 metri con 21.64. Da ricordare nella finale dei 400 hs junior il 4° posto di Marco Gadaleta (Atl. Alba Mondo) con 54.18.

Marco Fassinotti, torinese cresciuto nelle fila della Safatletica, poi Atl. Mizuno, e ora nel gruppo militare dell’Areonautica, si migliora nel salto in alto fino a volare tra i grandi. 2,28 metri il suo nuovo primato personale ad un solo centimetro dal record italiano under 23. Prova anche i 2,30 metri senza riuscire nel tentativo di stabilire il nuovo primato, ma intanto la misura gli vale addirittura il minimo per gli Europei assoluti di Barcellona.

Oltre a questi due risultati di copertina e all’oro di Martina Amidei sui 100 metri junor nella prima giornata, il bottino del Piemonte a livello di medaglie non si ferma certo qui. In totale il medagliere piemontese arriva a 10 ori, 3 argenti, e 12 bronzi per un totale di 24 medaglie complessive (compresi anche gli atleti piemontesi tesserati fuori regione).

Doppietta per Marouan Razine (Cus Torino) che si aggiudica nettamente il titolo dei 1500 metri con 3:53.53 e quello dei 5000 metri con 14:40.20. Dopo I numerosi titoli vinti nel cross, il marocchino del Cus Torino, che aspetta la sua naturalizzazione, si conferma la nuova forza del mezzofondo italiano.

Titolo tricolore anche per Ilaria Marchetti (Cus Torino) nel disco junior: la torinese, seguita dalla mamma ex campionessa della specialità Renata Scaglia, lancia l’attrezzo a 46,06 metri.

Tra le Promesse, in campo maschile 200 metri dal sapore piemontese con la vittoria senza rivali di Davide Manenti con 21.19; il torinese dell’Aeronautica, anche lui proveniente dalle fila della Safatletica ora Atl. Mizuno, si era imposto con il miglior tempo fin dalle batterie. Terzo posto e medaglia di bronzo per Fabio Squillace (Cus Torino) con 21.47.

Oro anche per il novarese Andrea Gallina (Aeronautica) sui 400 hs con 51.63 e per la 4×400 del Cus Torino composta da Rossi, Putero, Fornara e Squillace, prima in 3.15.36.

In campo femminile vittoria annunciata ma consistente per Anna Laura Marone (Cus Torino) nei 400 hs con 59.55 che conferma così il titolo dello scorso anno. Confermato il ruolo di favorita anche per Valeria Roffino (Fiamme Azzurre/Runner Team) nei 3000 siepi che con 10:27.92 fa sua la gara (dove arriva 4° Sara Brogiato del Cus Torino con 11:06.51).

Per quanto riguarda le altre medaglie, è d’argento Carlotta Guerreschi (Vittorio Alfieri Asti) nel salto in lungo con 5,90 metri tra le junior, così come la 4×100 maschile junior dell’Atl. Vercelli 78 (Berchi, Sangiorgi, Grigoriu, Pavia) con 42.12 e il già citato Bencosme sui 200 metri. Argento anche per la promessa Fabio Buscella (Aeronautica) nel triplo con 15,83 metri.

Martina Amidei (Cus Torino) dopo l’oro dei 100 metri sale nuovamente sul podio per il bronzo sui 200 metri con 24.77; bronzo anche per Clelia Calcagno (Esercito) nei 400 metri con 56.02; per Laura Marchetti (Sisport), ottima 3° nei 100 hs con 14.70 e quinta nei 400 hs con 1:04.05; per Valentina Negro (Fondiaria Sai) con 1,78 metri nel salto in alto; per Giulia Cazzamani (Sisport) con 3,70 metri nell’asta. In campo maschile junior, bronzo per Maurizio Tavella (Avis Bra) nei 3000 siepi con 9:05.28.

Tra le promesse, terzo gradino del podio per Andrea Scoleri (Cus Torino) nei 3000 siepi con 9:00.63 e per Alessandro Turroni (Aeronautica/Cover) nei 1500 metri con 3:52.46. In campo femminile ottima prestazione di Marta Mina (Sisport) 3° nel triplo orfano della campionessa in carica D’Elicio con 12,21 metri e 4° nel lungo con 5,75 metri; bronzo infine anche per Ambra Julita (Atl. Firenze Marathon) nel disco con 44,10 metri. Bronzo anche per Francesca Grange (Italgest) nella 5 km di marcia con 24:27.73 davanti all’altra piemontese Elisa Borio (Cus Torino), 4a in 25:08.08.

Tra gli altri risultati, da segnalare il 6° posto di Matteo Omedè (Vittorio Alfieri Asti) nei 110 hs junior con 14.79 e il 4° posto della 4×400 dell’Atl. Vercelli 78 (Marocco, Pavia, Grigoriu, Villa) con 3:21.50. Nel mezzofondo junior femminile 4° piazza per Giuditta Mandelli (UGB) sui 1500 metri e 5° Elena Vittone (Runner Team) nei 5000 metri con 18:04.88. 4° piazza poi per la 4×400 femminile del Cus Torino (Pensabene, Noce, Musso, Amidei) con 4:02.50.

Tra le promesse, 5° Stefano Fornara (Cus Torino) sui 400 metri con 49.22; stessa piazza nel disco per Andrea Pace (Atl. Mondovì) con 44,87 metri. Tra le donne ancora da ricordare il 6° posto di Ylenia Vignolo (Sisport) negli 800 metri con 2:14.67.

Fonte: Fidal Piemonte – Myriam Scamangas