CAMPIONATI ITALIANI ALLIEVI

Data Luogo Categoria
3 ottobre 2010 Regione->Lazio
Pista->Outdoor
__Recensione
Liboà e Merlo d'oro a Rieti

RIETI – Due titoli tricolori, quattro argenti e un bronzo. Questo il bottino complessivo per il Piemonte nella due giorni dei Campionati Italiani Individuali Allievi di Rieti conclusasi oggi.

Entrambi al femminile gli scudetti tricolori che vengono dal Lazio: Giulia Liboà (Atl. Mondovì) nel salto in lungo e Martina Merlo (Cus Torino) nei 2000 siepi.

La Liboà corona con il titolo italiano un anno per lei positivo, che l’ha vista vestire l’azzurro ai Trials europei di Mosca a maggio e all’incontro internazionale Under 18 di Chiuro a luglio. Per lei la misura di 5,93 metri e un altro tricolore nel palmares dopo quello conquistato al criterium nazionale cadetti del 2008 all’Olimpico di Roma.

Per Martina Merlo nelle siepi invece siamo di fronte ad un vero e proprio exploit: la mezzofondista piemontese infatti si è migliorata in questa specialità di ben 14 secondi proprio nella sola gara di Rieti con una progressione finale davvero meritevole. Il suo tempo, nuovo primato personale, è di 7:08.71.

E’ d’argento ancora nel mezzofondo femminile Virginia Maria Abate (GS Chivassesi) nei 3000 metri: per lei rispettati i pronostici della vigilia e buono il riscontro cronometrico di 10:31.75.

Parlano al maschile invece gli altri tre argenti piemontesi. Per restare ancora al mezzofondo, secondo gradino del podio per Italo Quazzola (Atl. Valsesia)  nei 2000 siepi con 6:07.61; da sottolineare alle sue spalle il 4° posto ai piedi del podio per Giovanni Olocco (Pod. Buschese), giovane stella della corsa in montagna in netto progresso anche sulla pista.

Gli altri due argenti arrivano dalla velocità e vanno al collo di Michele Tricca (Atl. Savoia) sui 400 metri e di Giacomo Isolano (Atl. Mondovì) sui 100 metri. Tricca nulla ha potuto contro l’ottimo Marco Lorenzi (campione italiano con un tempo a ridosso del proprio record nazionale) ma si è ben comportato chiudendo al di sotto dei 48 secondi in 47.92.

Giacomo Isolano, al suo primo anno nella categoria allievi, dimostra con la prova di Rieti di essere in crescita continua dopo il bronzo al criterium nazionale cadetti dello scorso anno a Desenzano del Garda sugli 80 metri. Ottimo anche il suo crono: 10.92 in finale, quasi a fotocopia del tempo della batteria, 10.91, a dimostrare una buona regolarità e la capacità di saper gestire i turni di gara. Davanti a lui solo il bronzo dei Mondiali Under 18 di Bressanone Giovanni Galbieri.

Bronzo ancora al femminile con Alice Sauda (UGB) sui 400 hs dove stacca un crono di 1:03.34 che riscatta così il 4° posto ai piedi del podio nei campionati italiani di prove multiple dello scorso luglio proprio nella sua Biella.

La panoramica delle prestazioni degli altri piemontesi vede da segnalare la controprestazione di Francesca Massobrio (Vittorio Alfieri Asti), azzurra reduce dalle Olimpiadi giovanili di Singapore: per lei nel martello solo un 4° posto 51,32 metri, misura di 5 metri inferiore al suo personale, probabilmente frutto della stanchezza di questa per lei lunga e impegnativa stagione. Quarta piazza anche per Claudia Anchisi (Atl. Mizuno) nei 400 metri con 59.25 a soli due decimi dal podio.

Tra gli altri risultati al maschile 7mo Gabriele Argenton (Cus Torino) nei 110 hs con 14.80, 6° Alessandro Micheletti (Cus Torino) nei 400 hs con 56.49; 6° Filippo Varini (Atl. Mizuno) nell’asta con 4,20 metri; 6° Marco Di Marco (Cus Torino) nel giavellotto con 51,48 metri; 7mo Mattia Mirenzi (Atl. Pec) nel peso con 14,65 metri; 7mo Alessandro Bornia (Atl. Mizuno) nei 1500 metri con 4:08.41; 8° Federico Pisch (GS Chivassesi) nel disco con 45.39.

Al femminile 6° Ludovica Pasquinucci (Atl. Mizuno) nei 2000 siepi alle spalle della Merlo; nel salto in lungo dietro la Liboà 5° piazza per Cristina Martini (Cus Torino) con 5,54 metri e 8° Laura Oberto (Atl. Canavesana) con 5,24 metri; 6° Sara Lucisano (Sisport) nei 100 hs con 14.87; 9° Valentina Conversano (Cus Torino) nel peso con 10.31 e Debora Sesia (Atl. Cuneo) nel salto in alto con 1,60 metri.

Chiudono le staffette con il 6° posto della 4×400 femminile del Cus Torino (Benna, Dakani, Martini, Curto) con 4:11.07; il 5° posto della 4×400 maschile del Cus Torino (Carpenito, Micheletti, Iyamu, Di Cosmo) con 3:28.57; il 6° posto dell’Atl. Mizuno maschile nella 4×100 (Privitera, Parisi, Schiavello, Siciliano) con 43.92.

Fonte: Fidal Piemonte – Myriam Scamangas

__Informazioni